sabato 3 febbraio 2018

Braccialetti al lavoro? No Grazie

L'ipotesi sul braccialetto elettronico brevettata da Amazon, "se così fosse sarebbe in contrasto con l'ordinamento in materia di protezione dati non solo in Italia ma anche in Europa".
Lo ha detto il Garante della privacy Antonello Soro. "In questo caso - ha aggiunto - sembrerebbe quasi che i giganti che operano nell'economia digitale pensino già di robotizzare l'uomo: è una direzione sbagliata perché non può esserci progresso e innovazione che non abbia come fondamento l'uomo".
"Ho spiegato ad Amazon che gli unici braccialetti che facciamo in questo paese sono quelli che produce la nostra gioielleria. Gli ho spiegato, e loro del resto hanno capito, che una cosa come quella, che non è in uso ma è stata brevettata, in Italia non ci sarà mai", ha commentato  il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda al termine dell'incontro a Roma, al Mise con una delegazione del colosso di Seattle.
"Abbiamo fatto un punto sui nuovi investimenti, di cui siamo contenti, a patto che la cura principale che devono avere è la cura della qualità del lavoro e del personale e su questo loro hanno dato un impegno - ha aggiunto Calenda -. Credo anche che l'incontro con Poletti per far ripartire il dialogo con i sindacati sia importante. Gli investimenti non possono rappresentare da soli l'obiettivo ma devono essere investimenti che prevedano la qualità del lavoro e non solo la quantità".

Nessun commento:

Posta un commento